Percorsi formativi per le PMI

Concreti, su misura, senza “fuffa”.

corso di comunicazione in azienda

DICONO DI ME

Thomas Patreider

logo-patreider_226x53

Luca Pellicari

piramis_logo-300x39-white

Alessandro Valente

logoFULL4 (1)

Cosa rende differenti questi corsi?

Ciò che li rende diversi è la filosofia e l’approccio.

Mentre la formazione disponibile sul mercato è orientata alla ricerca del business sia da parte di chi eroga che (in parte) di chi riceve, la mia è fondata sul profitto più grande che si possa ottenere, la vitalità stessa, il benessere dell’imprenditore e dei suoi collaboratori.

Provengo dalla fabbrica e non dalla scuola.
Ho lavorato come venditore sul campo, partendo dal “porta a porta”.
Sono stato a mia volta imprenditore di successo.
Ho potuto constatare come i concetti standard stridessero con la realtà delle persone impegnate in un vero progetto di vita qual’è lavorare in una azienda.

La mia riflessione è partita da questa consapevolezza e, dopo anni di professione “standard”, ho sviluppato un nuovo modello, un modello in base al quale le aziende creano vita, non soltanto prodotti o servizi.

Non considero i collaboratori “risorse umane” ma persone. Punto.
Ritengo che la “competitività interna” sia distruttiva.

Preferisco aiutare nella creazione di un ambiente sano composto da persone che collaborano e si aiutano a vicenda, consapevoli del motivo per cui lo fanno piuttosto che insegnare tecniche e regole tipiche di strutture che fanno dell’arrivismo e della spersonalizzazione la loro filosofia.

Prima di essere un formatore, sono un consulente.

Le dinamiche che animano le aziende sono costanti, seguono un preciso percorso e precise regole, a prescindere dal settore e dalla dimensione.

Tuttavia ogni azienda è un universo a parte, con il proprio passato, il proprio presente ed il proprio futuro.
Specialmente una piccola o media Azienda.

Il mio intervento ricerca il bilanciamento tra le costanti e le variabili specifiche: in questo modo riesco a confezionare il percorso formativo necessario “su misura” delle reali necessità del Cliente, evitando di proporre format “per tutte le stagioni”.

Prima di essere un formatore, sono un consulente: per questo vitale importanza riveste la possibilità di “entrare” in azienda, di prendere contatto con l’ambiente, di sintonizzarmi sulla frequenza dell’imprenditore che mi ha scelto.
Questo è vero soprattutto per le aziende che più mi stanno a cuore, quelle che formano il tessuto economico di questo paese per più del 90%, le PMI.